Benvenuti nella "giungla"

VIDEO / La protesta contro la tendopoli che ospita 10mila clandestini blocca Calais

Residenti e camionisti occupano l'autostrada: non ne possono più delle violenze degli immigrati che pretendono di salire sui mezzi per raggiungere l'Inghilterra

Lunedì 5 settembre colonne di camion e trattori si sono dirette a Calais, bloccando l'autostrada e il porto per una giornata di protesta con la quale residenti, camionisti e operatori economici hanno chiesto la demolizione dell'immensa tendopoli abusiva chiamata "giungla". Migliaia di commerciati e abitanti della zona hanno formato una catena umana lungo la principale via d'accesso al porto, l'autostrada A16, dove i camion diretti in Gran Bretagna vengono assaliti di notte dai clandestini armati di bastoni, coltelli o motoseghe.

Gli immigrati erigono spesso delle barriere con i tronchi e i rami degli alberi, in modo tale da costringere i camionisti a fermarsi. Una volta arrestati i mezzi, con metodi violenti vi salgono sopra pretendendo di essere portati al di là della Manica. Bande di contrabbandieri scagliano oggetti contro le vetture in transito, sperando così di provocare incidenti che possano distogliere l'attenzione dei poliziotti dai clandestini in transito, che nel frattempo possono venire nascosti in veicoli vuoti appositamente preparati.

Nonostante le ripetute promesse da parte del governo francese di radere al suolo la bidonville, a parte qualche sporadico abbattimento nulla si è ancora mosso. Gli occupanti del campo hanno raggiunto l'impressionante numero di 10mila, e i residenti di Calais sono infuriati per la loro pericolosa presenza, che ha messo in fuga i turisti e ucciso l'economia locale. Questo e gli altri campi presenti sulla costa Nord della Francia hanno causato un danno tale da aver portato la disoccupazione in quelle zone al doppio della media nazionale.

Redazione


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU