Milano: senzatetto sempre più a rischio aggressioni in balia di notti gelide

Senzatetto: "Dormitori sporchi, meglio la strada anche se abbiamo paura"

Tra le persone che si avvolgono tra cartoni e coperte e che passano le notti davanti alla stazione centrale di Milano c'è anche un senzatetto di origini ungheresi arrivato in Italia 9 anni fa. Ecco perché vive per strada e le ragioni per cui non va nei dormitori comunali.

"Vivere per strada è dura". Si dorme uno attaccato all'altro, si fa squadra per difesa. C'è chi come lui ha scelto di non andare nei dormitori, troppo affollati, sporchi e con troppi problemi. Di notte la stazione centrale di Milano è diventata ormai invivibile. Solo due camionette di militari rintanati e una camionetta della polizia. Soli di fronte a gruppi di decine e decine di immigrati che bivaccano, bevono, si ubriacano e si sfogano in risse. Dopo circa due ore di sopralluogo riusciamo a trovare un senzatetto che parla italiano e ci racconta come stanno le cose.

Sonia Bedeschi


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU