controlli alimentari

I Nas chiudono 13 ristoranti tra Bologna e la Riviera. Cibi scaduti e condizioni sanitarie pietose

Immagini silenziose, quelle che vi mostriamo in questo video del nucleo dei Nas. Immagini che, vergognosamente, si commentano da sole

Controlli a tappeto dei Nas nella città di Bologna e in tutta la Riviera romagnola che hanno intensificato, soprattutto nella stagione estiva, i controlli nei settori della ristorazione.

I controlli per garantire la sicurezza alimentare a clienti e utenti hanno portato ad un risultato, a dir poco, preoccupante. La chiusura di 13 esercizi su 420 controllati, tra quali, pizzerie, bar, ristoranti, gelaterie, ristoranti etnici, camping e stabilimenti balneari, con 95 persone segnalate all'autorità giudiziaria per carenze igienico sanitarie e possesso di alimenti in cattivo stato di conservazione, 200mila euro di violazioni amministrative contestate e, soprattutto, 40 tonnellate di alimenti sequestrati, risultati "non conformi", che sarebbero finiti nelle nostre pance. Una Caporetto.

A Bologna, in particolare, sono state denunciati cinque ristoratori per detenzione di alimenti in cattivo stato di conservazione e per commercio di alimenti riportanti etichette contraffatte. Sono state sospese 6 attività di bar e ristorazione per carenze igienico sanitarie, e multati 31 operatori per oltre 70mila euro con il sequestro di 6 tonnellate di alimenti scaduti di validità e privi delle informazioni relative alla tracciabilità. Buon appetito.

Fabio Montoli


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU