Da ascoltare e condividere

VIDEO / Salvini-show, in 2 minuti massacra l'Europa sul bavaglio alla Rete: "Libertà!"

Il leader leghista denuncia il tentativo dell'Ue di censurare Facebook: "State delirando, preparate le valigie! Potete minacciarmi quanto volete, non taccio!"

Matteo Salvini scatenato nell'aula di Strasburgo del Parlamento Europeo, ha denunciato durante la sessione plenaria di mercoledì 5 aprile il tentativo di mettere un bavaglio a Facebook da parte delle istituzioni europee. "Mi scuso col pubblico che sta ascoltando questi deliri", ha iniziato così il suo intervento il leader leghista, spiegando perché a suo avviso non ha senso perdere tempo con una simile discussione. "Ci sono 20 milioni di disoccupati in Europa, c'è il terrorismo islamico, c'è un'immigrazione fuori controllo e voi su cosa impegnate il Parlamento Europeo, peraltro deserto il mercoledì pomeriggio? Sul bavaglio a Facebook, sulle bufale, sulle fake news... Voi dovreste essere curati da un medico bravo!" ha affermato, mentre il pubblico presente ha accolto le sue parole con un fragoroso applauso.

Il presidente di turno dell'assemblea, l'europarlamentare del Pd e giornalista David Sassoli, ha quindi interrotto il discorso del segretario della Lega, ordinandogli di "essere rispettoso di un'aula che democraticamente ha deciso di discutere di questo tema, ma anche dei colleghi che sono intervenuti", invitandolo a "essere attento alle parole che usa". Salvini ha risposto: "Questa vaga minaccia non mi fa né caldo né freddo, perché per il popolo, per gli europei, essere contro il terrorismo islamico significa essere islamofobi? Essere contro le adozioni gay significa essere omofobi? Voler chiudere i campi rom o bloccare l'invasione clandestina significa essere razzisti? No, significa avere buon senso, significa essere uomini liberi".

"Vi sta andando male, non riuscite più - ha proseguito Salvini - a comprare i cervelli, a controllare i giornali, i telegiornali, le radio. In Gran Bretagna hanno votato come hanno voluto, negli Stati Uniti hanno votato come hanno voluto, in Italia hanno votato come hanno voluto, voi state impazzendo e quindi cosa vi inventate? Il bavaglio su Facebook, il bavaglio su internet! Pene di un milione, di cinque milioni, di cinquanta milioni... vi inventare il ministero della verità di George Orwell, il ministero della propaganda. Io aspetto che il Parlamento Europeo si paghi la psicopolizia, per indagare gli psicoreati di quelli che non sono allineati al pensiero unico e alla moneta unica. Potete inventarvi tutti i bavagli che volete, l'unica cosa che dovete fare è preparare le valigie e andare a cercarvi un lavoro vero, perché la libertà non la ferma nessuno, né qui né altrove. Grazie e viva la rete, viva Facebook".

Redazione


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU