Colpi di arma da fuoco

I tunisini sparano contro peschereccio italiano: ecco il video dell'inseguimento

Le immagini sono state diffuse dal comandante dell'"Anna Madre": è rimasto vittima di un tentativo di abbordaggio da parte delle autorità doganali tunisine

È finalmente approdato venerdì mattina nel porto di Lampedusa il peschereccio trapanese "Anna Madre" di Mazara del Vallo che era rimasto vittima di un tentativo di abbordaggio da parte delle autorità doganali tunisine mercoledì sera verso le 19, in alto mare a circa 30-35 miglia Nord-Est dalla località tunisina di Zarzis. Il comandante Giacomo Giacalone, che è stato interrogato dalle autorità marittime, ha diffuso un video realizzato da un membro dell'equipaggio cellulare, nel quale si vede l'inseguimento da parte della motovedetta e si sentono i colpi di arma da fuoco.

Il peschereccio, dopo l'interrogatorio e le formalità di rito, è immediatamente ripartito per proseguire nella battuta di pesca. Secondo la ricostruzione fatta dal comandante, quando la motovedetta tunisina si è avvicinata alla zona nella quale si trovavano l'Anna Madre e l'altro peschereccio Aliseo, gli equipaggi hanno dovuto tagliare le reti e sono fuggiti prendendo direzioni diverse per "salvare" almeno una delle due imbarcazioni. L'Aliseo ha quindi provveduto a dare l'allarme alla Marina Militare, che intervenendo ha consentito all'Anna Madre di non essere abbordato.

Redazione


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU