la sinistra si vota l'illegittima difesa

VERGOGNA! Boldrini caccia Salvini dal Parlamento

Una legge truffa che nega la non punibilità a chi, rapinato in casa propria o vittima di un crimine violento, reagisce nei confronti del criminale causandone la morte. La protesta della Lega

Sì dell'Aula della Camera alla nuova normativa sulla legittima difesa. Il testo, approvato dopo due anni di stop and go, passa al Senato e scoppia la bagarre. Critica la Lega che in Aula ha manifestato la propria contrarietà con uno striscione con scritto: 'La difesa è sempre legittima'. Subito la presidente Laura Boldrini ha chiesto ai commessi di provvedere al ritiro dei cartelli e ha più volte richiamato all’ordine FdI e Lega. Poco dopo il voto, anche dalla tribuna riservata al pubblico si è levata una protesta da parte di alcuni dei presenti.



Il leader leghista Matteo Salvini, presente al voto, ha urlato "Vergogna, vergogna!", mentre la Boldrini gli replicava che "Non si può gridare in tribuna"; dai banchi del PD partiva il coro dell'oratorio (rosso):"Fuori, Fuori!" e "Buffone", mentre Salvini veniva accompagnato fuori dai commessi. All'ultimo a non votare il provvedimento, che passa grazie all'intesa Pd-Ap, è anche Forza Italia. I voti a favore sono stati 225, 166 i contrari (tutto il centrodestra, SI e Mdp), 11 gli astenuti.



Il ddl prevede l'ampliamento della fattispecie della legittima difesa alle aggressioni notturne , in analogia con l'ordinamento penale francese. E l'esclusione della colpa di chi reagisce "in situazioni comportanti un pericolo per la vita, per l'integrità fisica, per la libertà personale o sessuale". "Questi non sono normali, sono tutti scemi", ha commentato i leader della Lega Matteo Salvini. "Legittima difesa di notte? Siamo alla difesa variabile in base alle fasce orarie. C'è poi il grave turbamento psichico, che è assolutamente discrezionale per il giudice". "Per fortuna esiste la Lega", ha aggiunto; "li terremo chiusi tutta notte in Parlamento".



Il testo è arrivato in Aula dopo uno 'stop and go' di due anni, con la Lega contraria rispetto alle norme uscite dalla commissione Giustizia, considerate dal Carroccio assolutamente troppo lievi, se non addirittura una farsa, rispetto alla necessità auspicata da Salvini di assicurare in ogni caso la non punibilità per chi, rapinato in casa propria o vittima di un crimine violento, reagisce nei confronti del criminale causandone la morte. La Lega ha accusato la maggioranza di "lasciare campo libero ai delinquenti".

Redazione


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU