Immagini terribili

VIDEO / San Pietroburgo, il terrore nella metropolitana subito dopo l'attentato

Sono stati diffusi in rete i filmati che i passeggeri hanno registrato con i cellulari nei primi momenti successivi all'esplosione che ha causato 10 morti e 47 feriti

Come in un tragico videogame. L'idea di un attentato a San Pietroburgo c'era già in un giochino da computer, Hitman 2 Silent Assassin per Microsoft, del 2002. Ed era ambientato proprio nella metropolitana della seconda città russa, anche se lì il killer doveva trovare un fucile per agire da cecchino. I fatti di san Pietroburgo sono invece una tragica realtà, non si sa (ancora) se ispirata da qualche videogioco di dubbio gusto o se dalla pazzia di qualche ideologia del terrore. Le autorità russe per ora hanno confermato che "si tratta di terrorismo". Ed intanto sui social cominciano a girare le prime immagini filmate con i cellulari dai passeggeri terrorizzati.

Le persone morte sono dieci e 47, sei delle quali in gravi condizioni, quelle ferite: lo ha dichiarato il ministro russo alla salute Veronika Skvortsova, secondo la quale 39 persone si trovano ricoverate in ospedale. Sette persone sono morte sul posto, una durante il trasporto in ambulanza e altre due in ospedale. Il Comitato investigativo russo ha aperto un'indagine criminale ex articolo 205 del codice penale per "atto di terrorismo" e un'altra ex articolo 223.1 per "produzione di esplosivi e ordigni esplosivi". In precedenza il presidente Vladimir Putin aveva dichiarato: "Le cause di questo fatto non sono ancora state determinate, quindi è troppo preso per parlarne. L'indagine ci dirà. Di certo, consideriamo tutte le possibilità, ma prima di tutto la natura terroristica". Le telecamere di sorveglianza avrebbero registrato le immagini del presunto responsabile dell'esplosione.

Anche il rappresentante della procura generale, Aleksandr Kurennoi, ha dichiarato che si è trattato di un attentato terroristico. Il Comitato anti-terrorismo russo ha confermato che è stato trovato e disinnescato un altro ordigno nella metropolitana. L'esplosione alla fermata "Sennaia Ploshad" è avvenuta mentre il treno si muoveva verso la stazione "Tekhnologichesky Institut", quest'ultima centro nevralgico dei trasporti perché vi si incrociano le linee blu e rossa, e si è verificata nel terzo vagone dopo la partenza, quando il convoglio si trovava lungo il tratto tra le due fermate. Tutte le vittime si trovano nel vagone dell'esplosione. Le autorità cittadine hanno dichiarato tre giorni di lutto.

Redazione


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU