VIDEO / Deliri anti italiani di 'Maria Etruria'

Ius soli, la sinistra non si rassegna: "Va approvato, è la priorità per il Paese"

Salvini: "Capito? Lavoro? Tasse? Povertà? No, il primo impegno dei kompagni sarà quello di regalare la cittadinanza a tutti gli immigrati! Basta PD"

"Se una legge è giusta va approvata. Dobbiamo tener conto dei numeri, non sono un utopista che va contro il muro. Dobbiamo cercare i voti, mettere in salvo i conti. Ma sono fiducioso che si possa aprire una finestra a novembre". Lo ha affermato il Presidente del Senato, Pietro Grasso, alla festa dei kompagni di Mdp. "Non andiamo dietro le paure, non c'entra - ha aggiunto tra gli applausi - con i migranti". Anche secondo il ministro per le infrastrutture Graziano Delrio c'e' tempo per l'approvazione dello ius soli. Lo ha detto ai giornalisti arrivando al raduno comunista a Napoli. "Lo ius soli? l' autunno è appena cominciato - ha detto - e l'inverno non è ancora cominciato. C'è tempo".

"Era stato valutato di porre la fiducia, poi Gentiloni ha stabilito che fosse opportuno rinviare i tempi. In autunno faremo una valutazione" ha spiegato il ministro. "Ora serve portare avanti la nostra voce con una campagna sui diritti. Gli italiani sono ancora favorevoli allo Ius soli. L'opinione pubblica non ascolta chi grida più forte". Il kompagno non si arrende alla vittoria leghista: "Non prima di avere combattuto. È una battaglia non di un gruppo politico, ma di civiltà. Penso che i partiti non devono dare ordini, perché è un voto sui diritti. Un voto di coscienza e non credo che tra i sostenitori di Ap e 5 Stelle non ci sia nessuno sensibile ai diritti dei cittadini".

Sulle parole di Maria Elena Boschi che ieri ha rinviato lo Ius soli alla prossima tornata elettorale, da Napoli si è alzata fiduciosa anche la voce del presidente del Senato Pietro Grasso: "Io dico, abbiamo fatto una lotta per il codice antimafia e l'abbiamo vinta. Perché non possiamo farcela anche in questa legislatura con lo Ius soli? Poi non sono un idealista, bisogna cercare i voti, prima mettere in sicurezza i conti, ma sono fiducioso che dopo la legge di bilancio, si possa approvare. "Sono convinto - ha continuato - che sia un riconoscimento di diritti che già esistono e vengono praticati. Mi meraviglio che si giudichi una legge giusta e poi non si approvi".

Ieri la sottosegretaria 'Maria Etruria' era stata piuttosto decisa: "Oggi non abbiamo i numeri" ma "se alle prossime elezioni il Pd avrà una maggioranza numericamente più importante, lo Ius soli sarà in cima al nostro programma". La replica di Grasso: "Da presidente del Senato devo essere super partes, però ero e sono rimasto un ragazzo di sinistra. Come possiamo pensare che avremo problemi a combattere la disuguaglianza sociale o a far passare leggi come questa? Non rinunciamo anticipatamente alle nostre posizioni e principi". Sinistra scatenata insomma, nel timore di non poter contare sui voti degli immigrati alle elezioni politiche del prossimo anno.

A sostegno dello Ius soli anche Pier Luigi Bersani: "È un'ingiustizia radicale, uno schiaffo inaccettabile. Mi auguro che, ormai allo scadere della legislatura, con una destra incombente in tutto il mondo, spero che ci possiamo riprovare e che si colga la cosa sacrosanta che ha detto il presidente Grasso. Una sinistra che rinuncia al combattimento per le idee è una sinistra morta". Alle parole della Boschi, che ha annunciato come priorità per il Pd proprio lo Ius soli, da approvarsi assolutamente quale primo provvedimento nella prossima legislatura, ha prontamente replicato Matteo Salvini, che di regalare la cittadinanza a chiunque non ne vuole proprio sentire parlare.

"Maria Etruria ancora parla: 'Lo Ius Soli sarà sicuramente la nostra priorità nella prossima legislatura'. Capito? Lavoro? Tasse? Povertà? No, il primo impegno dei kompagni sarà quello di regalare la cittadinanza a tutti gli immigrati, anche a quelli che non hanno nessuna intenzione di integrarsi". Così ha scritto il segretario leghista, e candidato premier, sulla sua pagina Facebook, pubblicando un video con le parole pronunciate dalla Boschi. "Fortunatamente non sarà così perché vinceremo noi" ha proseguito Salvini, concludendo: "No Ius Soli, basta PD, andiamo a governare". Migliaia i commenti degli utenti del social, tutti a sostegno del leader leghista.

Redazione


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU