Integrazione impossibile

Clandestini protestano nel veronese: vogliono più soldi, cibo migliore e un hotel meno isolato

Un gruppo di richiedenti asilo ospitati all'albergo Branchetto di Bosco Chiesanuova si lamenta e manifesta contro il menu, la paghetta e la mancanza di svaghi

Erano arrivati da poco nella struttura che ospita una quarantina di extracomunitari, provenienti da diversi paesi africani, e subito hanno pensato bene di inscenare una plateale protesta nella mattinata di mercoledì 29 giugno lamentandosi del cibo non di loro gradimento, dei soldi ricevuti che giudicano troppo pochi e del fatto che il la struttura alberghiera che li ospita sarebbe troppo isolata e li farebbe sentire come in prigione, senza la possibilità di svaghi. La manifestazione da parte dei clandestini richiedenti asilo ospitati all'albergo Branchetto di Bosco Chiesanuova, in provincia di Verona, è stata documentata da TgVerona. Sul posto sono intervenuti Polizia, Carabinieri e il viceprefetto Alessandro Tortorella.

"Il primo problema è dove siamo alloggiati - spiega uno dei manifestanti a TgVerona - poi i soldi che ci danno, il pocket money, sono troppo pochi, quindi l'ambiente, siamo troppo isolati, ci sentiamo in prigione, siamo stanchi - conclude il richiedente asilo - non ne possiamo più". La situazione è tornata presto alla normalità, ma le lamentele degli africani hanno scatenato le reazioni di chi si aspetterebbe più gratitudine, come il sindaco Claudio Melotti che contesta la decisione di alloggiare gli africani sul territorio suo comune: "Siamo vittime di questa decisione che non abbiamo condiviso - si lamenta il primo cittadino - e intendiamo farli lavorare. Però credo che debbano ringraziare l'Italia che dà loro un tetto, del cibo, una location magari un po' fuori mano ma è la stessa location - conclude Melotti - dove vivono decine di famiglie che non hanno mai rotto le scatole a nessuno perché si trovano a vivere a 1.500 metri di altitudine".

Secondo la prefettura il problema sarebbe sempre quello dei tempi lunghi per esaminare le richieste di chi vuole ottenere lo status di rifugiato: "Situazioni come quella di Bosco Chiesanuova si potrebbero evitare se i richiedenti asilo fossero ospitati in più strutture del territorio, così da poter creare dei piccoli gruppi". La stessa prefettura ha da poco emesso un nuovo bando per la ricerca di nuovi alloggi, che prevede l'arrivo di 300 nuovi clandestini in provincia di Verona nelle prossime settimane.

Redazione


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU