Immagini vergognose

VIDEO / Così Macron umilia gli operai appena incontrati. Lui cala e Marine sale

Accolto tra i fischi ad Amiens, dove la Le Pen era stata applaudita, salito in macchina si disinfetta subito le mani dimostrando disprezzo verso i lavoratori

Ennesima, imperdonabile gaffe per Emmanuel Macron, il figurino mondialista creato ad arte dall'establishment per poter avere un burattino da manovrare a comando, fautore della globalizzazione, delle frontiere aperte, del mondialismo e di tutto l'armamentario che i suoi amici della troika e i suoi colleghi finanzieri hanno deciso a tavolino che debba essere. Dopo la disastrosa visita agli operai della fabbrica Whirlpool di Amiens, sua città natale, durante la quale mercoledì pomeriggio è stato ricoperto di fischi mentre alla mattina Marine Le Pen era stata portata in trionfo tra gli applausi, non ha perso occasione per dimostrare il suo disprezzo per chi lavora veramente e per farlo magari è costretto a sporcarsi le mani. Proprio alcune di quelle mani, poche per la verità, nonostante le contestazioni hanno accettato di stingere le sue e lui ha pensato bene, appena salito in macchina, di disinfettarsele, che non si sa mai...

Il video, che è stato diffuso giovedì diventando subito virale in rete, ha scatenato le polemiche nei confronti del candidato "classista", che schifa la manovalanza forse perché ritiene sufficiente l'appello a votarlo da parte dell'imam della grande moschea di Parigi per assicurarsi la vittoria. Si è già beccato da Hollande l'accusa di sottovalutare la sua rivale, ma lui si sente superiore e se ne frega tanto pensa che possano bastare il sostegno della Merkel, di Juncker e i collegamenti con Soros e personaggi simili per conquistare l'Eliseo. Intanto Marine viene acclamata da quella manovalanza che lui odia, continua a visitare i mercati e le fabbriche, incontrando allevatori e pescatori, e i sondaggi la danno continuamente in ascesa, mentre il finanziere fighetto, snob e classista continua a perdere terreno. E adesso anche giornalisti e politici gollisti iniziano a schierarsi con lei, fregandosene degli ordini di scuderia: si tratta di segnali molto importanti.

Redazione


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU