Tra spacciatori, molestie, risse e schiamazzi

Monza: i "profughi" che vivono in "classe A" alla faccia degli italiani

La rivolta dei nostri connazionali costretti a convivere, in estrema minoranza, con 126 presunti rifugiati piazzati in appartamenti di lusso

Dal novembre 2015 sono alloggiati in trilocali e bilocali modernissimi, di classe A, 126 presunti profughi provenienti dall'Africa centrale. Gli immigrati, tutti uomini, sono stipati in più di dieci per ogni appartamento e la situazione è completamente fuori controllo. Gli inquilini italiani sono in netta minoranza, solo 34, tra cui molti bambini. Le mamme della palazzina hanno paura ad uscire in giardino con i figli e vivono segregati in casa.

I cancelli sono sempre aperti, sia di giorno che di notte, loschi personaggi vanno e vengono e, addirittura, è stato visto entrare un noto spacciatore della zona. Le famiglie italiane sono costrette a convivere con continui rumori e schiamazzi notturni, ma evitano ogni contatto con gli "ospiti" immigrati per non scatenare liti e risse, obbligati ad essere spettatori atterriti di inseguimenti, pedinamenti e molestie.

Sonia Bedeschi


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU