Scene di ordinaria inciviltà a Milano

VIDEO / Bus bloccato e vandalizzato. Nessuno reagisce. Gli italiani assuefatti alla violenza immigrata

Un immigrato si piazza in mezzo alla strada, interrompe un servizio pubblico e vandalizza un autobus dell’Atm. In un clima di rassegnazione e forse di paura le reazioni sono minimali, quasi fosse normale assistere ad atti violenti compiuti dagli "ospiti"

Un immigrato blocca un pullman dell’Atm a Milano, dunque un pubblico servizio, piazzandosi in mezzo alla strada per diversi minuti. Quindi vandalizza il bus in questione. Scene di ordinari soprusi nel capoluogo lombardo da parte degli “ospiti”. Ordinari nel senso che ormai gli italiani paiono assuefatti alla violenza immigrata.

Le reazioni documentate dal video sono sintomatiche. Il conducente Atm mostra una certa rassegnazione, forse plasmata dall’abitudine alle arroganze e agli atteggiamenti intimidatori dei “migranti”. Poi si sente la voce di una signora che chiede ripetutamente all’individuo, anche in modo colorito, di farsi da parte perché altrimenti “arriva tardi al lavoro”. Nulla di più.

Altri passeggeri non sembrano affatto sorpresi dal vandalismo in corso, quasi fosse disagio consueto e ineluttabile, da sopportare con un'alzata di spalle. Nessuno protesta, solo qualche mugugno a mezza bocca e l’interrogativo arrendevole se chiamare o meno la polizia perché “tanto non arriverebbe in tempo”. Reazioni minimali che possono anche essere dettate dalla paura. L’immigrato è così padrone della situazione, consapevole di restare impunito, che esce di scena in autonomia, solo quando ne ha abbastanza di inveire e danneggiare. Piccolo spaccato di una brutta e significativa assuefazione all’inciviltà e al degrado d’importazione.

Marco Dozio


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU