Scontri violenti

VIDEO / 2.000 clandestini in rivolta nel più grande campo profughi della Bulgaria

I disordini sarebbero esplosi per il rifiuto degli ospiti di venire messi in quarantena, in seguito all'individuazione di malattie molto contagiose

Più di 2.000 immigrati clandestini hanno messo a ferro e fuoco giovedì il più grande campo profughi della Bulgaria, situato nella città di Harmanli vicino al confine con la Turchia, che ospita almeno 3.000 persone provenienti per lo più dall'Afghanistan. Circa 250 tra agenti di polizia, vigili del fuoco e gendarmi sono stati impegnati per cercare di ristabilire l'ordine. I manifestanti hanno scagliato pietre e altri oggetti contro le forze dell'ordine, che hanno dovuto ricorrere al'utilizzo degli idranti per disperdere la folla violenta.

I clandestini hanno dato fuoco a pneumatici, mobili e ogni altro oggetto combustibile trovato all'interno del campo. La maggior parte delle strutture, tra le quali una mensa e un nuovo edificio appena realizzato e non ancora aperto, sono rimaste gravemente danneggiate. La rivolta sarebbe scoppiata per il rifiuto degli ospiti di venire messi in quarantena, provvedimento adottato dalle autorità sanitarie in seguito all'individuazione di malattie della pelle molto contagiose, che si stavano diffondendo rapidamente tra gli immigrati.

Redazione


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU