Alta tensione

VIDEO / Milano, operazione della Polizia in stazione. Salvini: "Finalmente, grazie!"

Controllati centinaia di immigrati che stazionano e delinquono tutti i giorni in Piazza Duca D'Aosta. Il leader leghista: "Di questa gente non c'è bisogno"

Imponente operazione delle forze dell'ordine martedì pomeriggio presso la Stazione Centrale di Milano, dove un paio di settimane fa decine di immigrati avevano circondato i militari dell'operazione "Strade Sicure" e i carabinieri erano dovuti intervenire in loro aiuto. Gli ingressi della stazione sono stati quasi tutti chiusi tranne quelli laterali, presidiati dalla Polizia. Su Piazza Duca d'Aosta ha volteggiato a lungo un elicottero della Polizia, per controllare la situazione dell'alto. Unità cinofile hanno perlustrato i giardinetti dove stazionano quotidianamente gli immigrati, molti dei quali hanno tentato di fuggire, mentre è stata coinvolta anche la Polizia a cavallo. È stato inoltre chiuso l'accesso alla metropolitana dalla piazza mentre la fermata Centrale è rimasta regolarmente aperta, accessibile da altri ingressi.

Sul posto è arrivato anche Matteo Salvini, che era da poco tornato dalla Sicilia dove aveva pernottato presso il Cara di Mineo. "Finalmente un bel blitz con elicotteri e cavalli. Finalmente, grazie a Dio, alla Polizia, ai Carabinieri, pulizia. Di questa gente non c'è bisogno. Vengano identificati quei personaggetti ed eventualmente perseguiti quelli che tutti giorni infestano la Stazione Centrale e Roma Termini". Questo il commento rilasciato dal segretario della Lega, il quale ha assistito di persona ai controlli a tappeto effettuati dalle forze dell'ordine sugli immigrati. Alcune delle persone identificate, in un clima di alta tensione, sono state fatte salire sui pullman della Polizia che stazionavano lungo la piazza, dopo essere stati perquisiti e invitati a liberarsi di oggetti come forbici, accendini e coltellini.

La maxi operazione è stata coordinata dal commissariato Garibaldi-Venezia, con l'ausilio del Reparto Mobile e della Scientifica. Nonostante la quotidiana presenza di forze dell'ordine e dei militari dell'Esercito, Piazzale Duca d'Aosta e le aree limitrofe alla principale stazione ferroviaria milanese sono da anni ritrovo abituale di centinaia di immigrati, dediti ad ogni ora del giorno allo spaccio di droga e a molte altre attività illecite come scippi e borseggi, ai danni principalmente dei turisti. Nella zona si sono registrati più volte anche tentativi di stupro o altri episodi di violenza. Due settimane fa, uno degli immigrati presenti aveva cercato di sottrarre il fucile ad un soldato dell'esercito. In quel'occasione si registrarono tre feriti tra le forze dell'ordine: il militare, un carabiniere e un poliziotto.

Redazione


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU