Non gradivano il menu

VIDEO / Rissa tra clandestini in Sardegna: strada occupata e traffico bloccato

Violenta lite tra somali e nigeriani ospiti di un centro di accoglienza a Porto Torres: 6 feriti e dieci arrestati con l'accusa di rissa aggravata

Sabato 15 ottobre è scoppiata una violenta rissa tra immigrati clandestini ospiti del centro di accoglienza sardo di Li Lioni, frazione del comune di Porto Torres, in provincia di Sassari. Il parapiglia tra somali e nigeriani è iniziato all'ora di pranzo. Stando al racconto del responsabile del centro, i nigeriani avrebbero consumato regolarmente i pasti mentre i somali non avrebbero gradito il menu, iniziando a protestare ed innescando così la miccia all'interno di una polveriera, visto che la situazione di conflitto tra le diverse etnie si trascinerebbe già da diverse settimane.

Il responsabile ha immediatamente allertato i carabinieri, che una volta arrivati sul posto hanno chiesto anche il supporto di due pattuglie della polizia stradale e di altrettante della polizia locale. Dopo essere riusciti a sedare la rissa, individuando i responsabili per portarli in caserma e sottoporli ad interrogatorio, lo scontro si è trasformato in una protesta contro il fermo di questi clandestini, trasferendosi all'esterno della struttura e culminando con il blocco delle due corsie dell'ex strada 131 lungo la quale è stato impedito il transito alle automobili.

Gli inquirenti hanno accertato che ad accendere gli animi è stato proprio il menu: nei piatti dei nigeriani il riso era servito insieme allo stufato di pollo, senza aglio e con tanto pepe, mentre per i somali il riso era servito su un piatto e la carne su un altro, con molto aglio e senza pepe. Alcuni ospiti avrebbero cominciato a lanciare piatti e bicchieri dentro la sala mensa, poi la rissa sarebbe proseguita per strada con una sassaiola. La protesta si sarebbe quindi rivelata un'ottima scusa per scatenare una rivolta, e pretendere la concessione del permesso di soggiorno.

Il bilancio finale è di sei immigrati feriti e dieci arrestati, con l'accusa di rissa aggravata. Lunedì 17 ottobre il giudice ha deciso che nigeriani e somali non vivranno più sotto lo stesso tetto. Al termine dell'udienza di convalida degli arresti, è stato stabilito per i somali l'obbligo di dimora nel comune di Porto Torres, per i nigeriani invece il divieto di dimora nel medesimo comune e dovranno quindi lasciare il centro di Li Lioni trovandone un altro disposto ad accoglierli. Il processo che dovrà stabilire le responsabilità dell'accaduto è stato fissato per gennaio.

Redazione


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU