"documenti subito!"

La protesta delle "risorse" nel Lodigiano. Colpi alle macchine e via Emilia bloccata per due ore

Biciclette in mezzo alla strada, aggressioni agli automobilisti, litigi con i carabinieri. Alla fine è intervenuta la Digos

Protesta di un gruppo di immigrati, oggi pomeriggio, nel Sud Milano, a Sordio in provincia di Lodi: i manifestanti, spalleggiati dalle zecche rosse dei centri sociali, hanno eretto barricate improvvisate con alcune biciclette bloccando la via Emilia tra San Zenone al Lambro (Milano) e Sordio. Subito si sono formate lunghe code in entrambe le direzioni, con disagi al traffico. La via Emilia è rimasta bloccata per quasi due ore. Gli immigrati, ospitati in un hotel vicino al luogo in cui è stato organizzato il blocco, chiedevano di ottenere subito il permesso di soggiorno.


Sul posto sono intervenuti prima i carabinieri e poi gli agenti della Digos: questi ultimi hanno raccolto la protesta dei migranti promettendo di trasmettere le loro rimostranze all'ufficio immigrazione di via Fatebenefratelli. Momenti di tensione sia con le Forze dell'Ordine che con gli automobilisti arrabbiati. Colpi sulle auto e urla all'indirizzo dei carabinieri. Come da copione, i centri sociali, nello specifico il Csa Dordoni, si è subito affrettato a dare la colpa dei disordini non agli immigrati di colore ma "a carabinieri piuttosto nervosi".


Redazione


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU