Parla l'avvocato Carmen Di Genio

Africani? "Non sanno che non si può stuprare in spiaggia"

Violenze alle donne sulle donne perché gli immigrati non sono ancora stati adeguatamente educati

"Non possiamo pretendere che un africano sappia che in Italia, su una spiaggia, non si può violentare; probabilmente lui non conosce questa regola, siamo noi che lo dobbiamo educare".  Queste le parole con cui Carmen Di Genio, avvocato che fa parte del Comitato Pari Opportunità Corte d'Appello di Salerno ha voluto illuminare il pubblico del convegno nazionale sulla "sicurezza e legalità" organizzato dall'Associazione Street Kali, dalla Federazione Italiana Krav Maga e da Servizi Sicurezza Italia. 

Semplici parole che rappresentano la logica applicazione della realtà: siamo invasi da "risorse" rimaste all'Età della Pietra e dobbiamo insegnare loro come ci si comporta in una società civile. In effetti il ragionamento non fa una grinza: se sei circondato da bestie e non te ne puoi liberare dovrai in qualche maniera addomesticarle. 

Peccato che la stragrande maggioranza degli italiani quelle bestie non le vogliano visto che abitualmente ne sono vittime. Un aspetto importante inoltre è che a parlare sia una donna di legge, evidentemente un'avvocato che ha a cuore la drammatica situazione che la gente comune vive nell'Italia dell'invasione.

Insomma: se un africano compie uno stupro, in fondo un certo grado di giustificazione gli va assicurato: non per forza sa che le donne non vanno stuprate e noi (cattivoni) non siamo ancora riusciti ad educarlo al meglio.

Alessandro Morelli

Commenti

Scrivi qua il tuo commento

Caratteri rimanenti: 1500


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU