VIDEO / Operazione "Smoke Snake"

Droga tra l'Albania e la Campania: 26 arresti, tra i corrieri una donna incinta

Fiumi di eroina, marijuana e cocaina, sulla rotta turca-albanese, hanno inondato Casertano e hinterland partenopeo. Sequestrati beni per mezzo milione

Sgominato un traffico internazionale di eroina dall'Albania alla Campania: 26 arresti e sequestrati beni per oltre mezzo milione di euro: è il risultato dell'operazione "Smoke Snake", coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli. Oltre 100 militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Caserta hanno dato esecuzione lunedì mattina ad un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Napoli nei confronti di 26 soggetti accusati di aver costituito e partecipato ad un'associazione a delinquere transnazionale finalizzata all'importazione di droga dall'Albania e alla successiva distribuzione nelle piazze di spaccio della provincia Napoletana e Casertana. L'indagine, sviluppata dal mese di maggio 2016, ha già portato a 9 arresti e al sequestro di 38 kg di marijuana e di 7,4 chilogrammi di eroina "cobret".

Un fiume di droga sulla rotta turca-albanese ha inondato per parecchi mesi i comuni del Casertano e dell'hinterland partenopeo attraverso una associazione mista italo-albanese formata da grossisti, mediatori, corrieri e spacciatori al dettaglio; tra i corrieri anche una donna incinta che ha cercato di eludere la dogana al Porto di Bari nascondendo la Droga nella panciera premaman: è quanto emerso dall'indagine della Dda di Napoli, realizzata dalla Guardia di Finanza di Caserta, che ha portato all'emissione da parte del Gip partenopeo di 26 ordinanze di custodia cautelare, 21 in carcere e 5 ai domiciliari; 19 sono gli indagati di nazionalità italiana, 7 gli albanesi, quattro dei quali raggiunti dal provvedimento di carcerazione in Albania, dove attualmente risiedono. In un anno e mezzo di indagini, le Fiamme Gialle hanno arrestato 9 persone, per lo più corrieri, sequestrando 38 kg di marijuana, 7,4 di eroina e alcune decine di grammi di hashish, il tutto grazie all'ausilio prezioso di cani antidroga e scanner della dogana per passare ai raggi X le carrozzerie delle auto dove spesso è stata nascosta la droga.

L'indagine è partita dopo che nel maggio del 2016 i finanzieri della Compagnia di Marcianise (Caserta) guidati dal capitano Davide Giangiorgi hanno smantellato un'organizzazione dedita allo spaccio di droghe pesanti nei comuni di Marcianise, Capodrise, Macerata Campania e Portico di Caserta, tutti centri vicini al capoluogo; allora furono arrestati quattro spacciatori e sequestrate 250 dosi di "cobret", particolare tipo di eroina. I militari hanno quindi cercato di scoprire quali fossero i canali di approvvigionamento della droga, arrivando così in alcuni comuni del Napoletano, come Acerra, Grumo Nevano, Melito e Casandrino, dove c'erano piazze di spaccio i cui responsabili si rifornivano dagli stessi grossisti dei pusher casertani; grazie ad intercettazioni telefoniche e ambientali, è quindi emersa l'esistenza di un cartello formato da quattro grossisti italiani, tutti napoletani, che si erano accordati per mettere insieme i capitali necessari a importare dall'estero grandi quantitativi di Droga da rivendere poi in Italia.

Gli inquirenti hanno accertato che c'era un mediatore albanese che metteva in contatto i grossisti italiani con quelli del Paese dell'Aquile, che vendevano soprattutto eroina e marijuana. "La collaborazione della magistratura albanese, attraverso numerose rogatorie, è stata fondamentale per accertare l'operatività del gruppo in Albania" ha spiegato il Comandante Provinciale delle Fiamme Gialle Andrea Mercatili durante la conferenza stampa convocata lunedì mattina presso la sede del Comando a Caserta. "Si tratta di un'indagine partita dal basso grazie alla quale siamo arrivati a scoprire la testa di questa organizzazione" ha concluso Mercatili.

Redazione


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU