Fazzoletto e singhiozzi per la dem

Crisi di nervi della renziana Serracchiani: scoppia in lacrime in consiglio regionale

La governatrice e vice segretaria del Pd non ha retto agli attacchi delle opposizioni e, già delusa per l'esito del referendum, ha avuto una crisi di pianto

Dev'essere ancora difficile da digerire la durissima sconfitta rimediata al referendum costituzionale del 4 dicembre, per Matteo Renzi e i suoi più stretti collaboratori. Dev'essere ancora più difficile quando sei vice segretario del perdente Partito Democratico e contemporaneamente presidente di una Regione che ha bocciato sonoramente la riforma per la quale ti sei spesa in ogni modo, così può capitare di non riuscire più a reggere la tensione e di scoppiare in una crisi di pianto, anche se è inconsueto che questo succeda in pubblico durante una seduta del consiglio regionale; eppure è accaduto.

Mercoledì, mentre si discuteva della legge di bilancio regionale del Friuli Venezia Giulia, la governatrice Pd Debora Serracchiani ha preso la parola, ma anziché rispondere alle domande incalzanti da parte delle opposizioni ha detto di voler fare una "considerazione amara", affermando "non so se è stato perché sono donna o perché non sono nata in Friuli Venezia Giulia, ma ho sopportato più di chiunque altro attacchi esclusivamente personali". Singhiozzando ha aggiunto: "Ci sono momenti in cui faccio fatica anche io ma non dite che non ho dedicato a questa Regione tutta me stessa perché per questa regione ho rinunciato a tutte le cose più care che avevo".

Probabilmente, la delusione per l'esito referendario e le dimissioni da presidente del consiglio del suo segretario sono state solo le ultime mazzate che si sono accumulate sulle spalle della Serracchiani, la quale non si aspettava nemmeno la sconfitta che il suo partito ha dovuto subire nel corso del 2017 in diversi Comuni della regione, dove alle ultime amministrative ha trionfato il centrodestra mettendo una seria ipoteca anche sulle prossime elezioni regionali. Dopo essersi sfogata, la governatrice ha estratto un fazzoletto e asciugandosi le lacrime è uscita dall'Aula; a quel punto i lavori del consiglio sono stati sospesi.

Redazione


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU