UE smontata in un minuto

VIDEO / Salvini: "L'Europa attacca Putin ma tace su clandestini e terroristi"

Il leader leghista ha ricordato a Juncker che mentre lui chiacchiera, negli ultimi anni si sono suicidati per motivi economici, in Italia, più di 800 cittadini

Il segretario leghista, intervenendo mercoledì a Strasburgo nell'aula del Parlamento Europeo, ha smontato in un minuto l'Unione Europea (o meglio "Unione Germanica" come ha scritto lo stesso Matteo Salvini sulla propria pagina Facebook) che "tace su clandestini e terroristi, e attacca Putin e i populisti: è una gabbia da cui liberarsi". Salvini, definendo "surreale" il dibattito ha detto di ritenere che "a governare questa Europa siano i poteri forti e pochi soggetti pericolosi" i quali non hanno speso nemmeno "una parola sull'estremismo islamico" né sull'Isis, mentre "abbiamo scoperto che il nemico dell'Europa e del mondo sono la Russia e Putin".

Salvini ha denunciato che, per la Commissione europea, "l'invasione clandestina in corso deve continuare a essere finanziata e la Turchia può tranquillamente continuare a dialogare con l'Europa con i miliardi che vengono dati dagli italiani e dagli europei". Il leader della Lega ha inoltre ricordato "al presidente Juncker che mentre lui chiacchiera, negli ultimi anni si sono suicidati per motivi economici, in Italia, più di 800 cittadini", infine si è rivolto "ai farneticanti di destra e di sinistra che cercano populisti, estremisti e fascisti ovunque e che ritengono che sia Putin ad avere le mani sporche di sangue" rispondendo loro "con le parole del vicario di Papa Francesco, monsignor Case, che a proposito della Siria e di Aleppo dice che 'Questo Natale avrà un altro profumo, per la liberazione della città la gente ha gioia, ottimismo e speranza', quindi tornate coi piedi per terra - ha concluso Salvini - anche perché vi rimane poco per governare questa Unione Europea che è diventata una gabbia di matti".

Per chiarire ancora meglio il proprio pensiero sulla discussione in aula, Salvini ha scritto su Facebook: "Qui Strasburgo, questi sono matti... Sia i Popolari che i Socialisti (quindi Forza Italia e Pd) ancora oggi hanno individuato il 'nemico dell'Europa': la Russia di Putin! Parlano di 'bombe sovietiche' e 'Putin col sangue sulle mani', esultando per il rinnovo delle folli sanzioni contro la Russia. Isis e terrorismo islamico? Neanche una parola. Se questa è l'Unione Europea - è la conclusione del segretario leghista -, prima ce ne liberiamo meglio sarà".

Redazione


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU