VIDEO / "Gentiloni si deve dimettere"

Giorgetti: "Nel nostro programma di Governo priorità a lavoro e sicurezza"

Il numero due della Lega: "I Cinque stelle non sono chiari su alcuni temi fondamentali, come l'immigrazione. O Salvini sarà premier o si torni a votare"

"Preciso che la Lega, avendo vinto le elezioni, un segretario ce l'ha, si chiama Matteo Salvini e decide lui e non il vice segretario, che sarei io". È iniziata così, con una stoccata al Partito Democratico, l'intervista a Giancarlo Giorgetti andata in onda lunedì sera su Rai2, nel corso della trasmissione Night Tabloid. "Il risultato elettorale ha premiato la nostra coalizione - ha sottolineato il numero due leghista - e per coerenza proporremo quella che è la nostra ricetta di Governo. Se in Parlamento ci sarà una maggioranza disponibile a sostenere le nostre proposte si andrà avanti, altrimenti si dovrà tornare a votare".

I Cinque stelle non sono chiari su temi che la Lega considera fondamentali, ha spiegato Giorgetti, "come ad esempio quello dell'immigrazione. Sull'Europa ci si potrebbe ragionare, però se deve nascere un Governo deve avere un orizzonte di cinque anni, per fare quelle riforme delle quali questo Paese ha indispensabile e urgente bisogno". Il vice di Salvini ha criticato i giornalisti: "In questi giorni si immaginano scenari apocalittici; leggo delle cose fantasiose, ma bisogna essere chiari. Noi cercheremo di far partire la legislatura, eleggendo i presidenti delle Camere e costituendo il Parlamento. Gentiloni si deve dimettere".

"Movimento 5 Stelle e Lega - ha chiarito Giorgetti - sono i due gruppi parlamentari più numerosi ed esprimeranno i presidenti delle Camere, a meno che entro il 23 marzo gli altri partiti trovino un accordo di governo senza di noi. Non accetteremmo alcun governo che escluda la Lega o guidato da qualcun altro che non sia Matteo Salvini". Il programma vedrà come punti fondamentali il lavoro e la sicurezza, ma anche l'economia e il rapporto con l'Europa: "Monte Paschi non è stato nazionalizzato prima per motivi elettorali. Il Governo ha accettato supinamente ordini europei basati su un'interpretazione errata, che ha portato al disastro".

Redazione


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU