Le pretese delle "risorse"

A Oderzo i richiedenti asilo hanno un "portavoce" che pretende e ottiene il wi-fi

Doumbia Mory, clandestino 32enne dalla Costa d'Avorio, scrive al sindaco: "Vogliamo una bella casa, stare bene e connessione gratuita"

Ora i richiedenti asilo, quelli che scappano dalla guerra e dalla fame, hanno anche i portavoce. Nel video del Gazzettino.it, Doumbia Mory, 32enne dalla Costa d'Avorio, spiega le richieste principali consegnate al sindaco dai profughi di Oderzo che ora non deve risposte solo ai suoi concittadini ma anche al mezzo mondo che il Governo italiano gli ha rifilato.

In fondo cosa ci volete fare, gli italiani sono tutti razzisti e a questi giovani denutriti che hanno ancora la morte negli occhi, non vogliono concedere casa, sanità e wi-fi. Ma se il livello di accoglienza è così basso, ci viene da chiedere, perché questi giovani non girano i tacchi e tornano dove avevano una casa, sanità e servizi migliori di quelli che i cattivi italiani sono in grado di assicurare?

Alessandro Morelli


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU