Incontro troppo ravvicinato

Tour de France: la maglia gialla tira un pugno a un tifoso molesto

Chris Froome, che nella tappa di sabato ha guadagnato la testa della classifica, ha colpito in faccia un fan che lo infastidiva con una bandiera

Il ciclismo è uno sport che consente un contatto molto ravvicinato tra il pubblico e gli atleti, in particolar modo nei momenti di massimo sforzo dei ciclisti durante le tappe di montagna: non essendoci recinzioni, dovrebbe essere il buon senso dei tifosi ad evitare atteggiamenti pericolosi, che possono provocare reazioni spiacevoli come avvenuto durante la tappa di sabato scorso del Tour de France: l'inglese Chris Froome, che al termine della giornata ha conquistato la maglia gialla, ha infatti sferrato un pugno in faccia ad un tifoso che lo infastidiva.

Il gesto è stato ripreso dalle telecamere e Froome è stato multato dalla giuria per 200 franchi svizzeri per comportamento scorretto. "È vero - ha detto -. C'era un tifoso colombiano che stava correndo molto vicino al mio manubrio e aveva anche una bandiera che avevo paura potesse entrare nei raggi. Per questo ho allargato il braccio per allontanarlo, per mandarlo via. Voglio dire a tutti i tifosi che siete fantastici ma non correte vicino ai corridori, è troppo pericoloso per noi". Il ciclista inglese ha commentato l'accaduto anche su Twitter: "Le immagini - ha scritto - non mostrano che la sua bandiera stava per incastrarsi nella mia ruota anteriore e intorno al mio manubrio!"

Il tweet di Froome
Il tweet di Froome

Redazione


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU